Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

PD: percorso meccanizzato con la tassa di soggiorno

Per Ivan Gargiulo e Rosa Persico “ l’intervento va inserito nel piano delle opere pubbliche. Le risorse ci sono. Stop al ricorso ai privati”
Il partito democratico di Sorrento torna a dare battaglia sulla questione del percorso meccanizzato con una lettera inviata al sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo. A scrivere sono il segretario cittadino, Ivan Gargiulo, e la consigliere comunale Rosa Persico. Per gli esponenti del PD ci sono le risorse per realizzare l’opera senza ricorso ai privati, inserendo subito l’intervento nel piano triennale delle opere pubbliche. Ecco il testo della nota

Gettito tassa soggiorno
“ la previsione di entrata dell’imposta di soggiorno iscritta a bilancio per le annualità 2019/2020 ammonta a 5.800.000,00 euro per ciascun esercizio.
Indebitamento
La capacità di indebitamento dell’ente definita, ai fini dell’equilibrio di bilancio, tenendo conto, come per legge, della spesa per rimborso prestiti -già in corso- (1.640.772,00 Euro), della spesa di rimborso prestiti derivante dalla nuova accensione di mutui e della somma stanziata per il Fondo crediti di dubbia esigibilità (1.116.907,00 Euro), è pari per ciascuna annualità del prossimo biennio a non meno di 2.800.000,00 Euro.

Interventi programmati
Gli interventi che l’amministrazione ritiene possano trovare copertura nelle entrate derivanti dall’imposta di soggiorno sono sette nel 2019, per un spesa complessiva di 2.922.000,00 Euro, uno nel 2020, per una spesa di 1.511.000,00 Euro e tre nel 2021, per una spesa complessiva di 1.437.675,95. Tra questi e con specifico riguardo alla prima annualità, tre esprimono, secondo quanto riportato nella scheda E, un livello di priorità massima mentre gli altri quattro, per i quali è prevista una spesa di
2.062.000,00 Euro, un livello di priorità media; le opere che ‘Amministrazione intende, invece, finanziare mediante l’accensione di nuovi mutui sono tre nel 2019 per una spesa di 968.000,00, uno nel 2020, per una spesa di 400.000,00 Euro, e zero nel 2020.

L’accordo con Regione e Comuni
Il protocollo sottoscritto in data 02.08.2017 tra la Regione Campania, il Comune di Sorrento e gli altri comuni della costiera, individua tra gli interventi prioritari a favore della mobilità sostenibile la realizzazione, nel nostro comune, di un percorso pedonale meccanizzato tra parcheggio Lauro e Marina Piccola; – a tale scopo la Regione ha previsto e messo a disposizione del Comune di Sorrento un finanziamento di 8.000.000,00 di Euro.

Il progetto di Guido Imperato
Per tale infrastruttura esiste già un progetto di livello definitivo predisposto dall’allora dirigente lng. Guido Imperato;
– l’interesse pubblico dell’opera, già più volte riconosciuto dal Consiglio Comunale in sede di approvazione dei programmi triennali è stato in ultimo dallo stesso ribadito con delibera n. 143 del 28.12.2017;
– il costo necessario alla sua realizzazione oscilla tra i 14.802.408,88 Euro indicati nel piano triennale
2012/2014 e i 16.026565,67 Euro indicati in quello 2015/2017;
– per un’opera di siffatta complessità è verosimile ipotizzare dei SAL suddivisi nell’arco temporale di tre anni (previsione in linea con i tempi di esecuzione indicati negli strumenti di programmazione appena richiamati) e che, in ragione di ciò, l’eventuale accensione di un mutuo di 8 milioni di Euro sarebbe del tutto compatibile con i vincoli di finanza pubblica, dovendosi avere riguardo non all’entità del debito contratto bensì alla spesa di competenza di ciascun esercizio inspiegabilmente l’opera in questione non risulta tra quelle programmate per il prossimo triennio.

Mutuo con la cassa depositi e prestiti
Chiediamo di aggiungere all’elenco annuale 2019 dei lavori pubblici la realizzazione del “percorso pedonale meccanizzato parcheggio Lauro-Marina Piccola” richiamando il progetto definitivo a firma dell’lng. Guido Imperato e specificando sia l’importo dell’intervento (chiarendo anche il motivo della rilevante divergenza tra i costi dell’opera stimati nel triennale 2012/14 e in quelli successivi) sia la fonte di finanziamento da individuarsi, per una quota parte pari ad 8 milioni di Euro, nel finanziamento regionale prima citato e per un’altra, pari sempre a 8 milioni di Euro, in un mutuo da contrarre con la Cassa DD.PP .
In alternativa chiedono di modificare lo schema adottato, e segnatamente l’elenco annuale 2019, differendo all’anno 2020 tutti i lavori che si intendono finanziare con l’imposta di soggiorno e ai quali viene attribuita “priorità media”, nonché utilizzare la minor spesa di 2.062.000,00 Euro per cofinanziare, unitamente al contributo regionale di 8 milioni di Euro e a un mutuo da contrarre con la Cassa DD.PP. di 6 milioni di Euro, la realizzazione del citato percorso meccanizzato che andrà, ovviamente, inserimento nello strumento di programmazione (annualità 2019) con l’opportuno richiamo al progetto dell’lng. Guido Imperato e alla stima dei costi.

Ivan Gargiulo

Rosa Persico