Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

“Inquilini… naturali”: il calendario 2019 del Wwf Terre del Tirreno | Foto

Foto e servizio a cura di Riccardo Di Martino

Chi sono gli inquilini? Tutti coloro che vivono e abitano in una casa non di proprietà.

Non sappiamo per quanto tempo l’inquilino vi abiterà e nemmeno se è quando lascerà la casa. Ma una cosa sappiamo: se una casa è confortevole ed ospitale, ci sarà sempre chi verrà ad abitarla.

Se consideriamo il pianeta come la nostra comune “casa”, resa abitabile grazie all’incessante lavoro di fotosintesi delle piante, allora è facile comprendere come tutti noi umani siamo degli inquilini… provvisori e di passaggio.

Da sempre c’è stata data la possibilità di vivere e abitare gratuitamente su questa Terra, capace di regalarci bellezza, benessere, protezione, aria, acqua e cibo, per questo dovremmo avere rispetto per la nostra casa e, poiché noi non siamo gli unici abitanti, anche per i nostri co-inquilini.

Selvatici o domestici, grandi o piccolissimi, striscianti o volatori, nell’acqua o tra l’erba, c’è infatti un piccolo esercito di creature che da sempre co-abita con noi ma che, il più delle volte, sfugge ai nostri occhi, distratti da abitudini e ritmi ormai troppo distanti da quelli naturali.

Una cinciallegra che sfreccia veloce dalla casetta in legno dove ha nidificato; una libellula tra le ninfee e i fior di loto; un bianco pesce cometa sotto il pelo dell’acqua; una lucertola che si scalda al sole; una timida rana nel suo immobile mimetismo; una nidiata di verdoni affamati; un frosone dal robusto becco in cerca di bacche e semi… e poi api, vespe, ragni e farfalle tra lavande, trifogli e cinerarie e tartarughe americane ospiti nello stagno… sono solo un ‘fotogramma’ della ‘giungla urbana’ composta da centinaia di specie animali che vivono tra i palazzi e le aree a verde: un vero e proprio caleidoscopio di “inquilini” animali… da osservare e rispettare!!!

Il Calendario 2019 del WWF Terre del Tirreno è stato realizzato grazie alle immagini, scattate nel corso dell’anno da appassionati fotografi naturalisti locali (Mariateresa Maione, Fabio Russo, Marco Gargiulo, Rino Di Noto, Riccardo Di Martino, Daniele Mazzola) nell’Oasi in città a Sant’Agnello, dove la Natura è stata ri-creata sulla superficie di copertura di un’autorimessa interrata con l’impianto di circa 7000 piante di diverse specie, scelte tra quelle che vivono nei nostri ambienti naturali e utili agli animali: prugnolo, biancospino, rosa canina e, poi, lonicere, ginestre, viburni, mirti, allori, corbezzoli, cotonastri, pungitopi, e tantissime altre che portano fiori variopinti a primavera, amati da farfalle e insetti, e bacche e frutti appetiti agli uccelli.

A distanza di appena due anni dalla costruzione del parco il numero e la diversità di specie che sono state osservate e fotografate è davvero considerevole! Tutto ciò insegna che, a volte, basta davvero poco per far tornare gli “inquilini” della Natura in città!!!

Il calendario, stampato come da tradizione a tiratura limitata, è ormai divenuto un’edizione da collezione e potrà essere richiesto scrivendo al WWF Terre del Tirreno (mail: wwfterredeltirreno@gmail.com – facebook: WWF Terre del Tirreno). Il calendario, grazie all’ausilio di brevi testi aiuterà a conoscere meglio gli animali fotografati e servirà, con i contributi raccolti dalla distribuzione, a sostenere le molteplici attività del WWF Terre del Tirreno in difesa della Natura.
Lo si potrà reperire anche presso la Libreria Tasso a Sorrento, la Libreria L’indice a Piano di Sorrento e Azimut a Sant’Agnello.

FOTO DI RICCARDO DI MARTINO