Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Sorrento. Concorso per dirigente: scendono in campo i big dagli altri Comuni

Da Piano, a C.Mare, ma anche da Sorrento. Tra ritorni e sorprese

Concorso per dirigente del I° dipartimento del Comune di Sorrento. Si tratta di coprire il posto lasciato libero da Antonino Giammarino, a seguito del pensionamento. E’ stato pubblicato l’elenco degli ammessi: 67, mentre circa 50 sono stati gli esclusi. Sono scesi in campo i principali funzionari e dirigenti del Comune di Sorrento ed anche di quelli limitrofi per concorre al posto di dirigente.

C’è Maurizio Pasetto, responsabile del servizio avvocatura del Comune di Sorrento. E sempre dal Comune di Sorrento Vincenzo  Li Mauro, già responsabile del servizio finanziario del Comune di Piano ed oggi funzionario del medesimo settore al Comune di Sorrento. Sempre da Sorrento c’è Silvana Gargiulo,  funzionario del settore commercio. Presente anche Rosa Russo, comandante della Polizia municipale di Sorrento. Nutrita la partecipazione da Piano di Sorrento: Gennaro Izzo, funzionario del settore politiche sociali, già coordinatore del Piano sociale di zona della Penisola sorrentina. Sempre da Piano, ha presentato domanda di partecipazione ed è stato ammesso, il vice segretario comunale Giacomo Giuliano. 

Tra gli esterni ai Comuni della Penisola spiccano i nomi di Carmine Bucciero, già vice comandante della Polizia Municipale di Sorrento, oggi in servizio a Nocera, ma presente nell’organico municipale sorrentino. C’è Dino Padovani, comandante della Polizia Municipale di Alatri, in provincia di Frosinone,  in contenzioso con il Comune di Sorrento per un precedente concorso e la cui istanza è all’esame del TAR.

Dal Comune di  SM La Carità, partecipa Giuseppina Fiocco, funzionario del settore economico finanziario. Da Castellammare di Stabia ci sono due dirigenti:  Leone Maddalena e  Raffone Amelia. Insomma, un posto ambito ed un confronto tra i big delle pubbliche amministrazioni costiere e non. Una sfida interessante, non solo e non tanto per il posto di dirigente, ma anche per acquisire l’idoneità al ruolo che può essere utilizzato, eventualmente, presso altri Comuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *