Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Significato e storia delle processioni, un incontro con Nino Cuomo

Appuntamento venerdì ore 11 al Comune di Sorrento

L’associazione Culturale “Le Sfere” di Sorrento, in collaborazione con l’associazione “Studi Storici Sorrentini”, nell’ambito delle manifestazioni culturali programmate per il periodo pasquale dall’Ente Comunale di Sorrento con la collaborazione dell’Assessore alla Cultura, Maria Teresa De Angelis, organizza il giorno 31 marzo 2017, con inizio alle ore 11.00, presso la Sala Consiliare del Comune di Sorrento, la conferenza dal titolo “Le Processioni del Venerdì Santo a Sorrento – storia e simbologia dei riti della Settimana Santa” tenuta dall’Avv. Antonino Cuomo, storico e profondo conoscitore dei riti penitenziali del Venerdì Santo a Sorrento e in Penisola Sorrentina a cui ha dedicato diverse iniziative editoriali nel corso degli anni.

Lo scopo della conferenza è quello di poter far conoscere soprattutto ai più giovani il significato e la storia di quello che possiamo definire con certezza uno degli ultimi patrimoni di fede e tradizione ancora radicati nel tessuto socio-culturale della città di Sorrento.

In tal senso, la conferenza sarà diretta soprattutto a coinvolgere gli alunni delle scuole elementari e medie inferiori della città, al fine di poter meglio spiegare e far conoscere ai giovani cittadini la storia e il significato che tali riti hanno per la nostra comunità.

Durante la conferenza l’Avv. Cuomo illustrerà agli studenti la storia e le peculiarità dei cortei di incappucciati che da secoli percorrono le vie e le piazze di Sorrento tra la notte e la sera del Venerdì Santo.
Sarà inoltre indetto tra gli studenti delle classi terze delle scuole medie sorrentine un concorso sul tema “Le Processioni del Venerdì Santo” e saranno premiati gli elaborati scritti che maggiormente saranno capaci di trasmettere quelle che sono le sensazioni e il legame che unisce i più giovani a questi riti. Un modo, questo, per tenere viva l’attenzione delle nuove generazioni alla più antica e radicata manifestazione di fede del popolo sorrentino.