Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Se la suona, se la canta e se la scrive: è Marco Mariconda

Se la suona e se la canta ma, a differenza degli altri, se la scrive pure. Parliamo di Marco Mariconda , classe ‘83, residente vicino a Sorrento, nella bella Penisola dove le sirene tentarono di ammaliare il furbo Ulisse. Beh, che dire… Con Ulisse non è andata bene, ma i fan di Marco Mariconda sono davvero tanti. Grandi e piccini si ritrovano a canticchiare insieme al ritmo de “La mia Miciona” oppure ”Non mi sembra di capire”, canzoni ricche di sentimento ma anche pregne di quotidiano, capaci di inculcare il loro motivetto anche nelle menti più distratte. Parole d’amore, sì, ma anche sensazioni in bilico, momenti no e persino la famigerata “crisi”: questo e molto altro traspare dalle canzoni di Marco Mariconda insieme al suo profondo amore per la musica. Un amore viscerale quello di Marco per le note, per gli strumenti e per il sound in generale che lo porta sulla scia di Euterpe già in tenera età, conducendolo alla personalità poliedrica attuale: cantautore, musicista, fonico, tecnico del suono e Director del suo Recording Studio, Fade in. Eh sì, perché Marco è uno che nella musica ci sguazza, che non può fare a meno di suonare, di comporre, anche se questo vuol dire rinunciare ad una o più serate con gli amici o la ragazza. Il suo ritornello è: “No, ragazzi, devo suonare”. Dategli una chitarra, una batteria o delle sequenze e vedrete come si dimenticherà presto della vostra presenza! Le Sequenze … a proposito… Quasi quasi sfuggiva…. Questo è il nome del duo con cui Marco Mariconda si esibisce attualmente in giro per feste e locali costituito da Antonio Gambardella alle tastiere e da Franz Mirò al basso, non smettendo al contempo di dedicarsi a Fade in, il suo Recording studio con splendida vista su Capri costruito con tanti sacrifici (e scusate se è poco). Tanti sono gli artisti con cui ha collaborato il giovane Marco Mariconda , da James Senese a Massimo Di Cataldo, miscelando musica leggera e ritmi pop che vanno dal mix veloce alla canzonetta che si ascolta con piacere anche dopo una giornata di lavoro, fischiettando senza fatica.  Sono ormai lontani i tempi in cui un giovanissimo Marco Mariconda , membro dei Modulazione Metrica, si infilò in un cassonetto dell’immondizia per girare uno dei suoi video! Sono altrettanto lontani i tempi in cui “Buste bianche, buste nere” divenne il leitmotiv della differenziata in Penisola Sorrentina o, ancora, quelli in cui Marco, con indosso un’improponibile maglietta anni ’80, suonava al Meeting del Mare. Sono meno lontani, invece, i tempi in cui il suo pezzo “Così Labile” in versione remix faceva ballare i 18enni di Sorrento e dintorni, anch’esso parte di un percorso musicale che non sembra volersi arrestare, un iter in continuo “Divenendo”. Non è un caso, infatti, che Marco abbia scelto questo titolo per l’album che condensa la sua produzione attuale contenente 8 brani scritti e musicati da lui stesso che spaziano dalle note melanconiche de “L’instabilità” ai ritmi più incalzanti di “Non mi sembra di capire” e “Così labile”, non dimenticando di trattare tempi più impegnati come in “Per un giorno” e sensazioni introspettive come in “La mia serenità”.

Da maggio 2017 i suoi brani sono disponibili nei più famosi Digital Store. “Divenendo” album registrato, editato e mixato presso Fade In Recording Studio – www.fadein.it contente 8 brani scritti da Marco Mariconda, Director presso Fade In Recording Studio. 1- Non mi sembra di capire 2- Così labile 3- L’instabilità 4- La mia Miciona 5- Per un giorno 6- La mia serenità Marco Mariconda-  7- Il nostro bel frappè 8- Appeso al vetro.

Per la realizzazione del cd hanno suonato: Marco Mariconda (voce e chitarra), Mariano Barba (batteria), Agostino Mennella (batteria), Pasquale De Angelis (basso), Massimo Lucrezi (basso), Michele Montefusco (chitarre), Paolo Varriale (piano e tastiere), Cesira Ferrini, Maria Esposito, Paolo Vigilante (cori).