martedì, Giugno 25, 2024
HomeCulturaIl Premio Letizia Isaia dedicato agli Under 35

Il Premio Letizia Isaia dedicato agli Under 35

Pubblicato il

Marcello Coppola Consulting

Ventesima edizione per il Premio Letterario Letizia Isaia, promosso dall’Associazione Nazionale Luci Sulla Cultura e dedicato agli Under 35 che potranno partecipare per la sezione di Poesia in lingua Italiana e Napoletana, con tema libero, nella logica di dar voce ai giovani maggiormente colpiti dai danni di una pandemia che ha inciso sulla loro socialità.

 

I poeti possono partecipare gratuitamente con due poesie per ciascuna lingua e/o per una delle due lingue, inedite e di lunghezza non superiore ai 30 versi.

 

Gli elaborati saranno selezionati da una giuria tecnica di elevato prestigio intellettuale presieduta dalla stessa Letizia Isaia e composta da personaggi illustri della cultura come S.A.R. la Principessa Beatrice di Borbone delle Due Sicilie, i giornalisti Maria Chiara Aulisio e Fabio Bolzetta, i luminari Pasquale Giustiniani ed Elio Pecora con Andrea Ripa di Meana Cardella in qualità di segretario di giuria.

 

La Cerimonia di Premiazione, di cui sarà madrina S.A.R. la Principessa Beatrice di Borbone delle Due Sicilie, si svolgerà il 27 ottobre 2022 al Reale Yacht Club Canottieri Savoia di Napoli alla presenza di tutti i partecipanti al concorso nonché di numerose autorità. In quella sede saranno consegnati i Premi Junior appunto ai giovani ed anche i Premi Senior a personalità distintesi nei campi in cui operano.

 

Per concorrere è necessario inviare entro il 20 Giugno le proprie poesie in duplice copia, di cui una senza firma e una firmata con allegate le proprie generalità, all’indirizzo email  lucisullacultura@libero.it . Per ricevere il bando o ulteriori informazioni  è possibile altresì contattare l’Associazione Nazionale Luci sulla Cultura all’indirizzo e-mail letiziaisaia@libero.it o al numero 366 2489149.

 

Ambìto fin dalla prima edizione del 2001, istituita dall’allora Governatore della Campania Antonio Bassolino, negli anni il Premio è diventato uno dei più considerati: basti pensare che tra i partecipanti spicca il nome della celebre Alda Merini, che partecipò nel 2006 con il libro “Alda e Io” aggiudicandosi il Premio per la sezione narrativa.

 

Nato appunto per volontà dell’Amministrazione Regionale, che volle valorizzare l’attività  poliedrica della napoletana Letizia Isaia, negli anni il Premio ha celebrato l’attività intellettuale dei più noti autori ed editori italiani, suddivisi nelle sezioni di Narrativa, Saggistica, Poesia, Poesia Napoletana, riscuotendo sempre un grandissimo successo di pubblico e facendo spesso da trampolino ad artisti divenuti poi ancor più apprezzati a livello nazionale ed internazionale.

Ultimi articoli

C. Mare. Antonio Coppola: nuovo ospedale e rilancio delle Terme

“È un’ottima notizia l’avvio della gara di progettazione del nuovo ospedale sulla collina...

Piano.Non fitto ai B&B: è Fernando Maresca che parla non Giuseppe Arpino

Nel numero di Agorà oggi in edicola, per un involontario errore di impaginazione, è...

“Politelling – le storie che cambiano il mondo”: la nuova politica tra narrazione e comunicazione raccontata nell’ultimo libro di Pasquale Incarnato

Napoli – In un mondo in continua evoluzione, tra tecnologia e innovazione, anche lapolitica...

Invalsi. Le prospettive di Agenda Sud

Si terrà il prossimo martedì 27 febbraio, il seminario “I dati INVALSI per il...

Articoli simili

“Politelling – le storie che cambiano il mondo”: la nuova politica tra narrazione e comunicazione raccontata nell’ultimo libro di Pasquale Incarnato

Napoli – In un mondo in continua evoluzione, tra tecnologia e innovazione, anche lapolitica...

Invalsi. Le prospettive di Agenda Sud

Si terrà il prossimo martedì 27 febbraio, il seminario “I dati INVALSI per il...

A Pompei Vulcanalia Fucine creative

COMUNICATO STAMPA “Sagoma” per e con Nando Paone incontra il pubblico in un emozionante dibattito...