domenica, Giugno 16, 2024
HomeCulturaA Pompei Vulcanalia Fucine creative

A Pompei Vulcanalia Fucine creative

Pubblicato il

Marcello Coppola Consulting

COMUNICATO STAMPA

“Sagoma” per e con Nando Paone incontra il pubblico in un emozionante dibattito dopo lo spettacolo al Teatro Mattiello di Pompei
“Vulcanalia – Fucine Creative” continua il Grand Tour con il Tesoro di San Gennaro il 30 dicembre, concerto pubblico e gratuito di Salvio Vassallo e Valentina Gaudini

Nando Paone, lo scorso mercoledì 27 dicembre, ha incontrato il pubblico nel Teatro Mattiello di Pompei in un dibattito emozionante e coinvolgente, ricco di spunti di riflessione.
Con lo spettacolo Sagoma di Fabio Pisano, regia e luci di Davide Iodice, con Nando Paone e Matteo Biccari, il pubblico dialoga con l’attore, sulla bellezza e sulle difficoltà del mestiere di scena (Foto in copertina di Gianni Biccari).
La fucina Teatro passa così il testimone alla Fotografia ed alla Musica.
La seconda edizione di “Vulcanalia – Fucine Creative”, evento del Comune di Pompei e finanziato dalla Città Metropolitana di Napoli saluterà il pubblico ed i partecipanti alle masterclass presso il Museo Temporaneo di Impresa (Pompei), il 30 dicembre dalle ore 9:30 con la Masterclass Extra di Musica “Archetipi musicali del passato re-immaginati” che attraverso nuove tecnologie generano nuove poetiche artistiche, con Salvio Vassallo; alle ore 18:30 appuntamento con “Santi e Giganti” di Giovanni Gugg, per proseguire alle ore 19:00 con una restituzione del lavoro sperimentale svolto dai partecipanti alle Fucine Teatro, Fotografia e Musica, accompagnati dai rispettivi Magister.
Si conclude nella serata del 30 dicembre dalle ore 21:00 con il Concerto “Tesoro di San Gennaro” con Salvio Vassallo (synth & drum machines), Valentina Gaudini (Voce) Claudio Marino (Batteria), Antonio Cece (Chitarra elettrica), Lello Somma (Basso) Bruno Tomasello (flauti, sax, chitarra battente) dalle ore 21:00 presso il Museo Temporaneo di Impresa.
Per la partecipazione all’evento gratuito ed aperto al pubblico, è consigliata la prenotazione.

“Vulcanalia è al tempo stesso campo di ricerca e spettacolo, ha come mission quella di contribuire a costruire un’eredità culturale vibrante, che consente un’evoluzione senza dimenticare le radici.” – afferma Francesco Domenico D’Auria, direttore artistico dell’evento.

Dopo il grande successo della prima edizione nel 2022 – che ha coinvolto grandi personalità della musica, del teatro, della danza e della fotografia – per questa edizione il progetto ha coinvolto artisti e creativi capaci di rispondere al tema “Riti&Miti”.
Questo connubio tra ritualità e racconti mitici ha plasmato in modo profondo e duraturo tutto il territorio campano, contribuendo a definirne l’identità, le credenze e i valori della comunità.
⁠Il Vesuvio non è solo un’espressione della natura, ma è una costruzione culturale. È sia oggetto, quando lo si guarda, sia sguardo, quando lo si visita; in altre parole è un simbolo polisemico che trascende il senso comune, anzi è una narrazione. Le comunità che da millenni abitano sulle sue pendici hanno elaborato nel tempo molte storie per spiegarne l’orografia, la geologia, il magnetismo, il rischio che rappresenta. Il Vesuvio è il luogo di innumerevoli figure leggendarie e personaggi favolosi che assumono senso attraverso una loro riscoperta antropologica.

Ultimi articoli

C. Mare. Antonio Coppola: nuovo ospedale e rilancio delle Terme

“È un’ottima notizia l’avvio della gara di progettazione del nuovo ospedale sulla collina...

Piano.Non fitto ai B&B: è Fernando Maresca che parla non Giuseppe Arpino

Nel numero di Agorà oggi in edicola, per un involontario errore di impaginazione, è...

“Politelling – le storie che cambiano il mondo”: la nuova politica tra narrazione e comunicazione raccontata nell’ultimo libro di Pasquale Incarnato

Napoli – In un mondo in continua evoluzione, tra tecnologia e innovazione, anche lapolitica...

Invalsi. Le prospettive di Agenda Sud

Si terrà il prossimo martedì 27 febbraio, il seminario “I dati INVALSI per il...

Articoli simili

“Politelling – le storie che cambiano il mondo”: la nuova politica tra narrazione e comunicazione raccontata nell’ultimo libro di Pasquale Incarnato

Napoli – In un mondo in continua evoluzione, tra tecnologia e innovazione, anche lapolitica...

Invalsi. Le prospettive di Agenda Sud

Si terrà il prossimo martedì 27 febbraio, il seminario “I dati INVALSI per il...

“Zucchero e sale – Le mie prime 100 massime”. Il libro di Gioacchino Alfano curato da Arianna Nastro

Un libro che consente al lettore di diventare scrittore, traendo ispirazione da pensieri e...