Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Henri Matisse saluta Sorrento

Domenica prossima a Villa Fiorentino si spengono i riflettori su “Il sipario della vita”, la mostra-evento dell’estate 2019 dedicata al grande artista francese ed organizzata in occasione dell’avvio delle celebrazioni per i 150 anni della sua nascita.

Quattro mesi di esposizione, oltre 90 opere in mostra, quasi 10mila presenze registrate nelle sale della splendida dimora del nuovo corso Italia di Sorrento, lusinghieri commenti riportati dai visitatori sul libro delle firme. È questo il bilancio della mostra che ha caratterizzato il programma culturale estivo della Fondazione Sorrento.

Nel solco della tradizione dei grandi nomi dell’arte, dopo Dalì, Picasso, Bacon, e tanti altri importanti artisti del Novecento italiano ed europeo, quest’anno è stata la volta di Henri Matisse, uno dei massimi esponenti del movimento Fauves.

Sono questi gli ultimi giorni, quindi, per non perdersi la straordinaria occasione di respirare arte e cultura nel cuore di Sorrento. E domenica si chiude con i laboratori didattici di Eugenia Di Leva per i più piccoli che avranno anche modo di visitare gratuitamente la mostra accompagnati dallo staff della Fondazione Sorrento e dai volontari dell’Associazione “I Vesuviani”.

Ma la Fondazione Sorrento non si ferma. Il sodalizio presieduto da Gianluigi Aponte e magistralmente guidato dall’amministratore delegato Gaetano Milano è già al lavoro per altre importanti iniziative. Dopo un breve stop bisogna rimboccarsi le maniche per organizzare il Natale che quest’anno presenterà una interessante novità: dopo 11 anni caratterizzati dall’esposizione dedicata al presepe napoletano, si cambia. Infatti l’evento natalizio sarà “Cinema Fotografia Sorrento”, una mostra dedicata a Federico Fellini negli scatti di Patrizia Mannajuolo, ai manifesti e locandine cinematografiche d’epoca e “Beyond the screen” della fotografa Cinzia Camela che ha immortalato in 50 scatti i principali protagonisti della scena cinematografica americana e internazionale.

Ovviamente non mancherà per i più piccoli il tradizionale appuntamento con il Villaggio di Babbo Natale allestito nello splendido parco che circonda Villa Fiorentino.

Intanto si lavora per il 2020. “Come al solito in questo periodo siamo impegnati nel predisporre il programma degli eventi per il prossimo anno – spiega l’ad della Fondazione Sorrento, Gaetano Milano -. Al momento possiamo dire che sono confermati alcuni degli appuntamenti che negli ultimi anni hanno riscosso il maggiore favore del pubblico di concittadini e turisti, ma abbiamo in serbo importanti novità anche per quanto riguarda la calendarizzazione delle manifestazioni che terranno conto delle mutate esigenze legate ad una stagionalità turistica più lunga. Trattative sono anche avviate per portare a Sorrento un nome di assoluto rilievo dell’arte mondiale per quello che sarà l’evento culturale del 2020”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *