Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Fragola, la regina della tavola

Buona e ricca di salute

Le fragole sono un frutto dal sapore dolce e zuccherino molto amato da piccini e adulti. Sono il frutto di una pianta perenne chiamata fragaria vesca, questa pianta appartiene alla famiglia delle rosacee.
In realtà la fragola è un falso frutto. La parte che noi mangiamo è il contenitore dei veri frutti, i semini giallo-bruno, che i trovano sulla superficie.

I romani per il suo profumo intenso la chiamarono fragrans e la consideravano il frutto della tentazione. Le fragole erano consumate specialmente nel periodo delle festività in onore del bellissimo Adone. Secondo la leggenda, infatti, alla morte di Adone, Venere pianse lacrime che, cadute a terra, si trasformarono in piccoli cuori rossi (le fragole).
Le fragole sono una ricca fonte di diversi composti nutritivi. Questi nutrienti agendo in maniera sinergica conferiscono a questo frutto proprietà utili per promuovere lo stato di salute e prevenire alcune patologie.

Questo frutto presenta un contenuto in zuccheri modesto poco più di 5 gr per 100 gr di alimento, e di conseguenza anche un basso potere calorico. Questo lo rende adatto anche in caso di obesità e diabete.
Le fragole hanno un buon contenuto anche di fibre mentre il quantitativo di grassi è quasi trascurabile.
Tra le vitamine la principale è la vitamina C, tra i frutti estivi le fragole sono quelle con un contenuto maggiore di tale vitamine.
Invece tra i minerali abbiamo un buon contenuto di fosforo, potassio,manganese e una discreta quantità di iodio. Inoltre sono ricche di acido folico.
Numerosi sono i composti fenolici presenti nelle fragole alcuni sono flavanoidi, acido gallico e acido caffeico. sono presenti diverse antocianine, responsabili del caratteristico colore rosso. Va ricordato che il contenuto dei composti fenolici decresce con la maturazione dei frutti.

Effetti benefici
Svolgono un’azione protettiva e preventiva sul cuore e malattie cardio vascolari, grazie alla presenza di composti antiossidanti che riducono l’ossidazione delle LDL.
Riducono il rischio di sviluppare patologie oncologiche,inibendo la proliferazione cellulare e quindi sopprimono la crescita di cellule tumorali in caso di tumori alla prostata, del colon e del cavo orale.
Svolgono un effetto neuro-protettivo.
Diversi studi hanno evidenziato la capacità di una dieta ricca in fragole, di regolare il livello di glucosio nel sangue.
Le fragole contenendo poco sodio e maggiori quantità di potassio e vitamina C, risultano utili per la loro azione drenate, contro la ritenzione idrica.
Lo xilitolo contento nelle fragole, previene la formazione della placca dentale e uccide i germi responsabili del cattivo alito.

Il naturale periodo di raccolta va dalla primavera fino ad Agosto, consiglio di consumare il prodotto sopratutto in questo periodo, e se possibile scegliamo prodotti biologici e a km zero.
Per l’acquisto scegliamo frutti di colore uniforme e con il picciolo ben attaccato.

Oltre ad essere consumate fresche(preferibilmente senza l’aggiunta di zucchero), il loro sapore dolciastro fa si che possano essere utilizzate per la preparazione di diversi dolci. Ottimo il connubio fragole e banane,alle quali aggiungendo latte è possibile preparare dei frullati, in alternativa oppure si possono congelare banane e fragole tagliandole a pezzetti e successivamente frullarle con yogurt greco bianco, ottenendo così uno squisito finto gelato. Possono essere impiegate anche per la preparazione di piatti salati come il risotto alle fragole.

Non ci sono particolari controindicazione al consumo di fragole. Ma va ricordato che le fragole possono causare reazioni allergiche e sono alimenti istamina-liberatori

Dott.ssa Maria Teresa Coppola
Biologa nutrizionista
mtr.coppola@alice.it