Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Carota, ortaggio dalle mille virtù

Oggi parliamo di un ortaggio fresco, versatile, colorato, e di cui vado pazza, la carota.

Il nome scientifico della carota e Daucus carota, appartiene alla stessa famiglia del sedano, finocchio e prezzemolo. La caratteristica di questa pianta erbacea è formare delle infiorescenze a forma di ombrello. Infatti della carota mangiamo la radice o fittone, lunga solitamente dai 4 ai 20 centimetri.

Nel banco frigo le troviamo tutto l’anno, ma  si seminano in primavera per poi raccoglierle in estate.

Oltre alla conosciutissima carota arancione esistono carote bianche, gialle, rosse e viola. Le prime carote coltivate nell’antico Egitto, in Afghanistan e Pakistan erano di colore viola, in seguito gli Olandesi coltivarono le carote arancioni.

Dal punto di vista nutrizionale: sono una buona fonte di fibra, di sali minerali come potassio, fosforo, calcio e magnesio. Contengono vitamine come A, k e C. Sono povere di calorie(35kcal/100 gr) e questo le rende ideali come spuntino spezza fame.

Le carote sono note per il loro contenuto di beta-carotene, pigmento vegetale che prende il nome proprio da questo ortaggio. Il beta-carotene è un antiossidante, ovvero una sostanza che contrasta i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare, nel nostro corpo viene convertito in vitamina A, indispensabile per la vista, lo sviluppo embrionale e lo sviluppo della ossa.

 

Vediamo le proprietà delle carote ed i benefici che apportano alla salute:

  • Utili per la vista: la vitamina A protegge la cornea, e migliora la visione notturna.
  • Regolano le funzioni intestinali: agiscono sia come antidiaroicco che come lassativo.
  • Benefici per l’apparato digerente: il contenuto di fibra e antiossidanti svolge un ruolo protettivo sulla mucosa gastrica, alcuni studi hanno dimostrato che il consumo di carote svolge un ruolo importante nella prevenzione del cancro gastrico.
  • Possono essere utili in caso di leucemia. Uno studio ha dimostrato che le cellule leucemiche se trattate con un estratto di carota muoiono, quindi sono un ottima fonte di sostante chimiche bioative per il trattamento della leucemia.
  • Alleate dell’apparato cardio vascolare: il contenuto di molti composti antiossidanti fa si che proteggono le arterie dai danni ossidativi.
  • Amiche della pelle:il contenuto di beta-carotene favorisce l’abbronzatura ,infatti esso stimola la produzione di melanina, un pigmento che svolge una funzione foto-protettiva, che limitare l’azione dei raggi ultravioletti.

Quando compriamo le carote dobbiamo assicurarci che sono dure lisce e di un bel colore vivo. L’ideale è acquistarle complete di foglie, se mancano verificare che l’attaccatura delle foglie non sia secca. Si conservano bene in frigorifero fino a 2 settimane  avvolte in una bustina di plastica per alimenti.

La carota è un alimento versatile la possiamo consumare cruda come snack croccante o da aggiungere a gustose insalate miste . In questo modo  assumiamo tutte le vitamine e sali minerali in essa contenuti.

Invece il beta-carotene carotene viene assimilato meglio dal nostro organismo con una breve cottura (la cottura al vapore presenta una maggiore quantità di beta-carotene). Le carote  lesse condite con un filo di olio extravergine d’oliva, un grasso “buono”, sono un ‘ottima preparazione.

Il mio consiglio è quello di alternare ricette che prevedono carote crude a quelle con carote cotte .

Si consiglia di non pelare le carote troppo presto altrimenti perdono le vitamine a contatto con l’aria.

Non ci sono controindicazioni per quanto riguarda il consumo di carote, infatti sono tra i primi alimenti proposti ai bambini.

 

Dott.ssa Maria Teresa Coppola

biologa nutrizionista

3391753760