Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

LA POSTA DLLA PSICOLOGA. SONO FINITE LE FERIE E MI SENTO GIA’ STANCA!

In queste settimane estive la rubrica Psico News cambia forma: capita piuttosto spesso che ci vengano richiesti suggerimenti o consigli relativamente a tematiche specifiche, al di fuori dello  spazio consulenziale. Alcune di queste domande toccano argomenti di interesse ad ampio raggio, così abbiamo pensato di rispondere ad esse. Potete porcele scrivendoci in privato alla pagina Facebook dello studio (Studio Psicologico Romano-Di Maio) oppure ai numeri sotto indicati. Buona lettura!

Care dottoresse, sono finite le ferie e mi sento già stanca! É possibile? Il pensiero del nuovo anno lavorativo, familiare, scolastico e così via, mi angoscia. In questi giorni sono nervosa e a tratti depressa e so che non ci sono altri motivi se non il fantasma del nuovo anno. Ma che problema ho?

Gentile lettrice, si dice che il primo lunedì di gennaio che segue le lunghissime feste natalizie sia il lunedì più nero dell’anno. In verità, a molti pesa di più il rientro post vacanze estive. Insomma, lunedì 2 settembre è stato, per molti, un vero e proprio black monday! Ci preme rassicurarla sul fatto che non ha nulla che non va. Alcuni studi hanno messo in evidenza che già dal mese di agosto possono registrarsi sintomi di carattere ansioso o depressivo in adulti e bambini. Le manifestazioni di malessere più comuni sono scarsa energia fisica, stanchezza cronica, ipersonnia, fame nervosa, svogliatezza ed una generale voglia di non fare. Lo psichiatra Stephen Ferrando, direttore del Westchester Medical Center, definisce tale fenomeno “August Blues”, traducibile come “Malinconia di Agosto”, e chiarisce che essa può colpire non soltanto gli amanti dell’estate ma anche chi, pur non vedendo l’ora che la calda stagione passi, sente come gravoso l’avvicinarsi a settembre,  periodo generalmente duro per tutti. Detto ciò, si è chiesta come mai si sente già stanca ancor prima di cominciare? Cogliamo l’opportunità offerta dalla nostra lettrice per rifletterci tutti. È  il futuro che ci angoscia privandoci delle forze fisiche e mentali necessarie o effettivamente le tanto agognate vacanze non sono state tali? In questo caso, riflettiamo sulla difficoltà che abbiamo a staccare la spina. Siamo riusciti a spegnere il cellulare, ad abbandonarci a ritmi lenti e flessibili, a dimenticare che giorno fosse? Se no, è probabile che siamo stati per giorni e giorni dall’altra parte dell’emisfero, con il corpo disteso su una spiaggia bianca ma con la testa ancora a casa o al lavoro o alla solita routine. Tuttavia, dalla sua domanda, ci sembra di cogliere che è il pensiero di ciò che sarà, come la criptonite per Superman, che la svuota e la deprime. Come il nostro amatissimo supereroe non ci facciamo spaventare e usiamo tutte le armi che abbiamo a disposizione. Restiamo nel qui ed ora: settembre è appena cominciato, le giornate sono ancora gradevoli, forse più di agosto, e avviamoci al nuovo anno con parsimonia senza riprendere bruscamente i ritmi scolastici e lavorativi. Concediamoci qualche ora al mare, una passeggiata serale fintanto che il meteo ancora lo concede. Controlliamo il calendario evidenziando tutti i giorni liberi che avremo e fantastichiamo sulle opportunità nei giorni festivi. Ma soprattutto stop alle aspettative, tutto ciò che abbiamo rimandato a settembre non ci attende con una scure in mano. É un errore che commettiamo tutti, ogni anno: la stanchezza di luglio ci fa spesso sospirare “ci penserò a settembre” e poi settembre arriva col suo carico di pensieri e di cose da fare. Cara lettrice, se si riconosce in queste parole, provi a guardare al nuovo anno da una prospettiva diversa. Conceda a settembre non il sapore amaro della fine ma il gusto che precede la sorpresa. Si conceda il tempo per cominciare, piano, una cosa per volta.

Leggi tutti i nostri articoli, gli eventi, le iniziative e gli approfondimenti quotidiani sulla pagina facebook Studio Psicologico Romano-Di Maio.

Dott.ssa Margherita Di Maio, psicologa-psicoterapeuta ad approccio umanistico e bioenergetico. Per info 331 7669068

Dott.ssa Anna Romano, psicologa-psicoterapeuta dell’età evolutiva. Per info 349 6538043

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *