Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Dogtrekking. Impariamo a conoscerlo.

Risponde alle nostre domande Ania Szalek, di AniaLife dogtrainer

Il dogtrekking è più di un passeggiata all’aria aperta, consente a cane e padrone di camminare “legati” lavorando sul reciproco rapporto di fiducia. Il risvolto psicologico e formativo è il valore aggiunto di questa esperienza. Ci sono tanti effetti benefici a livello fisico più facili da intuire. Le escursioni in montagna tonifica i muscoli, migliorano la respirazione, abbassano i livelli di stress e questo vale sia per il cane che per il suo compagno umano.

Ma andiamo ad approfondire, la parola agli esperti cinofili.

Chi siete e di cosa vi occupate?

Siamo due educatrici cinofile e offriamo diversi servizi, dal semplice dog taxi o dog wolker, all’ educazione e stimolazione del cucciolo. Proponiamo inoltre corsi di educazione base: richiamo, seduto, terra, resta e condotta al guinzaglio. Infine offriamo una piccola ospitalità casalinga (dog nanny)

Che tipo di filosofia contraddistingue il lavoro che svolgete con i nostri amici a quattro zampe?

Cerchiamo favorire un sano rapporto tra cane e padrone basandoci sull’educare entrambi ad una sana relazione e comunicazione affinché possano capirsi e vivere in sintonia. Come? Spieghiamo al proprietario i principali bisogni del cucciolo, sia in termini di “regole” per la convivenza in casa che di gestione della giornata e delle attività da svolgere. Studiando attentamente la relazione proponiamo eventuali “soluzioni” a disagi per i quali spesso veniamo interpellate.

Concentriamoci sul dogtrekking. Di cosa si tratta?

Il dog trekking non è altro che una passeggiata con il cane fuori dal contesto urbano e ha la particolarità di avere appositi accessori per la conduzione dell’amico a quattro zampe: come la pettorina e la cintura alla quale si lega il proprietario.

Cosa consigliereste per un buon dog trekking?

Consigliamo per il proprietario un abbigliamento comodo come quello sportivo, un’attenzione particolare va rivolta alle scarpe, sarebbe sempre opportuno usare quelle da trekking. Inoltre è utile possedere una buona cintura da canicross, mentre per il cane una pettorina da “traino” che non impedisca il naturale movimento delle articolazioni. Consigliamo inoltre per chi è inesperto di scegliere sentieri piani e semplici per prendere confidenza con l’attrezzatura.

Una delle difficoltà principali che spesso riscontriamo è quella di insegnare ai propri cani a non tirare al guinzaglio nelle passeggiate urbane. Nel dogtrekking, al contrario, insegniamo al cane a trainarci. Per questo è fortemente suggerito l’uso di una pettorina che non impedisca i movimenti naturali del cane e che gli permetta di muoversi al meglio e con maggior naturalezza possibile, mentre la cintura consente al proprietario di essere legato al proprio cane e allo stesso tempo di avere libere le mani. Inoltre, cane e conduttore sono legati da una “linea” (un guinzaglio ammortizzato) che impedisce al cane di subire colpi bruschi. Viene da sé che, una corretta attrezzatura, riduce il rischio di infortuni. Nelle fasi iniziali è normale sperimentare un po’ di difficoltà nel collaudarsi con il cane, nel riuscire a sintonizzarsi sullo stesso ritmo e andatura. Tuttavia il bello è proprio questo, con la pratica si crea molto affiatamento!

Quali sono o benefici dello svolgere questo tipo di attività con il proprio cane o con uno in “prestito”.

I benefici sono tanti! Un cane che svolge regolarmente attività fisica è sicuramente un cane più felice e sereno nella vita quotidiana. Esplorare i boschi stimola tutti i sensi dell’animale, in più ci aiuta ad essere meno pigri e rafforza il legame cane/proprietario e aumenta la sua fiducia nei nostri confronti.

 

 

Leggi tutti i nostri articoli, gli eventi, le iniziative e gli approfondimenti quotidiani sulla pagina facebook Studio Psicologico Romano-Di Maio e sulla pagina Instagram psicologhe_romano_di_maio. Potete porci le vostre domande scrivendo in privato alla pagina Facebook dello studio (Studio Psicologico Romano-Di Maio).

Dott.ssa Margherita Di Maio, psicologa-psicoterapeuta ad approccio umanistico e bioenergetico. Per info 331 7669068

Dott.ssa Anna Romano, psicologa-psicoterapeuta dell’età evolutiva. Per info 349 6538043

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *