Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Battibecco su “facebook” tra Tito e Sagristani

E’ approdato persino sui social il “contrasto” sempre più crescente tra il Sindaco di Sant’Agnello Piergiorgio Sagristani ed il suo omologo metese Giuseppe Tito.

A dare la stura al battibecco su “Facebook” ci ha pensato proprio Sagristani che un paio di ore fa ha pubblicato sul suo profilo un post del seguente tenore: “Pubblicato dalla città metropolitana il bando di gara per la pubblica illuminazione di via Nastro d argento per un importo di 350 mila euro la gara si terrà i 21 Marzo !!! Finalmente grazie al nostro impegno ai pressanti solleciti di Clara Accardi e alla disponibilità del Sindaco De Magistris avremo l’illuminazione nella strada che collega il borgo di Trasaella ai Colli di Fontanelle!!!”.

Allegato al post anche una foto in cui viene ritratto il Primo cittadino partenopeo, con tanto di sciarpa in spalla del Napoli, insieme alla Accardi ed allo stesso Sagristani.

Immediata arriva la solita valanga di “mi piace” ed una serie di commenti entusiastici che esaltano il lavoro dell’Amministrazione. Ad un tratto, però, ecco la sorpresa che non ti aspetti. Ad irrompere sotto la bacheca di Sagristrani giunge il Sindaco di Meta Giuseppe Tito che prova a smorzare i trionfalismi ed a riportare tutti con i piedi per terra.

“Bisogna prima che venga approvata in consiglio metropolitano”, scrive lapidario Tito.

Brutta figura per Sagristani?

Macché! Il Primo cittadino santanellese non ci sta e ribalta le sorti della disputa. Nessun commento, solo una foto: la foto dell’albo pretorio della Città Metropolitana, dove è riportato addirittura il bando di gara dei lavori riguardanti la realizzazione dell’impianto di illuminazione in via Nastro d’Argento, altro che approvazione in Consiglio metropolitano è già tutto fatto.

Insomma: 1 a 0 palla a centro.

Interverremo in caso di ulteriori sviluppi.