Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Anteprima In Vino Veritas/ Pasquale D’Aniello ha detto no. Via libera ad Antonio D’Aniello, il “comunista” che predilige gli “americani”

Cade nel vuoto l’invito di Salvatore CappielloPasquale D’Aniello. Il vice-Sindaco ha declinato. Nessuna chiacchierata nel salotto di “In Vino Veritas”.

Ufficialmente una difficoltà ad affrontare le telecamere, così ha giustificato il suo no D’Aniello.

Peccato.

Ci abbiamo provato.

Abbiamo così ripreso la nostra scaletta che, ironia della sorte, accontenta in parte i desiderata di Cappiello.

Via libera quindi ad un altro rappresentante della maggioranza. Via libera ad un altro D’Aniello.

Incontriamo il rappresentante del Partito Democratico Antonio D’Aniello al Ristorante le Tre Arcate. Ospiti ancora una volta di Alessandro Russo.

Antonio ci parla della “dialettica” in atto tra il suo partito ed il Sindaco Vincenzo Iaccarino. Auspica una verifica per settembre e svela qualche retroscena sulla questione delibera di Piazza Mercato.

Sale a bordo della DeLorean per catapultarsi al maggio del 2016 e confessa:

Con chi ho più sintonia? Con Marco d’Esposito e Rossella Russo.

Un consiglio per quando andrà in onda il video. Occhio agli sguardi ed alla mimica facciale. Il “cappiellese” fa scuola.

Appuntamento, quindi, per l’intervista integrale a sabato 17 giugno.

j.p.