Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Ancora… a piedi scalzi

"Se ti svegli ogni mattina pensando 'questo è il giorno più bello della mia vita', lo sarà", Tao Lynch

 

Tao Porchon Lynch, 98 anni, è l’insegnate di yoga più anziana al mondo e lo pratica dal 1926 quando era ancora una disciplina riservata agli uomini. In un video pubblicitario diffusosi ampiamente in rete la Tao dice “Tutto è possibile. Niente è impossibile. Se ti svegli ogni mattina pensando ‘questo sarà il giorno migliore della mia vita’ lo sarà!”. Alla sua veneranda età va in giro per il mondo insieme ad una fidata amica insegnante di meditazione con l’intento di diffondere, attraverso le tecniche proprie dello yoga e della meditazione, questo pensiero. Alcune discipline come le arti marziali, o la meditazione e lo yoga per l’appunto, nonché alcune tecniche di rilassamento elevano il livello energetico del corpo e aprono la strada al flusso delle sensazioni e all’auto-espressione favorendo l’attività metabolica e cardio vascolare dando un valido contributo contro i disturbi del sonno (iposonnia – ipersonnia), favoriscono la capacità di concentrazione, aumentano la produzione di endorfine alleviando la percezione del dolore. Queste discipline agiscono soprattutto sull’apparato respiratorio, svincolandolo da tensioni e blocchi, apprendere l’arte della respirazione ci consente di energizzare tutto l’organismo e di rinvigorirlo. Il Ci Kung, tecnica e scienza della respirazione in Cina, riconosce 36 tipologie respiratorie differenti (Lo Iacono A., Sonnino R.; 2008). Sembra che 20 minuti di Ci Kung equivalgano a 2 ore di sonno e che respirare adeguatamente possa consentire di ridurre le ore di sonno a 4, per giorno. Il Breathwork (lavoro con il respiro) si riferisce a una serie di approcci volti alla crescita ed al benessere personale che trovano nel respiro il focus centrale: Respiro Transgenico, Osho Diamond Breath, Vivation. Hanno avuto origine negli Stati Uniti e si sono diffusi in Europa nella seconda metà del Novecento traendo ispirazione dalle tecniche di respirazione orientali. I Breathworker hanno una formazione in tal senso. Tra le numerose tecniche di respirazione citiamo il Rebirthing (rinascita) scoperta da Leonard Orr nel 1938, un metodo di crescita personale che combina un’efficace e potente tecnica di respirazione, detta “respirazione circolare” o “respirazione consapevole”, con un approccio colloquiale, utile per sviluppare attenzione rispetto ai propri schemi di comportamento. In sintesi, la parola sta ad indicare che nel nostro stato quotidiano di coscienza ci identifichiamo soltanto con una piccola frazione di chi siamo veramente. Al contrario, negli stati olotropici, riusciamo a trascendere i rigidi confini che spesso ci poniamo per rivendicare la nostra identità. É un particolare tipo di respirazione che, con l’aiuto della musica e di alcune semplici tecniche di lavoro sul corpo, mobilita le energie rimaste bloccate, rendendo possibile il ripristino del naturale equilibrio psico-fisico dell’individuo.

Dallo scorso marzo, presso il Centro Metamorfosi di Sorrento insieme con il maestro Angelo Armano, abbiamo dato il via ad un gruppo in cui è possibile sperimentare alcune di queste discipline. Desideriamo ripartire dalla prima settimana di ottobre. Sappiamo bene che, più della teoria conta la pratica, per cui abbiamo chiesto ad alcuni dei partecipanti di descrivere brevemente l’esperienza fatta con il gruppo di meditazione e rilassamento…

 

“Meditando ho cominciato a vedere me stessa senza il veicolo di un ruolo (moglie, madre, figlia, sorella) Ho cominciato a respirare. Comincio ad ascoltarmi e a riconoscermi il diritto di desiderare, di sognare. Sono cresciuta, ma il vero dono di questa meditazione è che non sono cresciuta “contro” qualcuno o qualcosa, ma solo con amorevolezza verso me”  Fiorella

“Un posto ideale dove ti senti tra amici…ti rilassi e trovi te stessa in mente, anima e corpo” Aurora

“…il risultato più grande è stato la riscoperta del corpo e delle sue funzioni vitali, è stato bellissimo questo scendere dentro se stessi per riscoprirmi umana, fallibile, imperfetta e riuscire ad essere grata comunque al mio corpo perché è lui che mi porta in giro in questo grande mondo.  La bellezza di questo percorso di consapevolezza è proprio avermi dato la possibilità di liberare la mia parte bambina e volermi bene per quella che sono, tu sai quanto posso essere ingessata nel mio formalismo” Daniela

Se sei interessato/a o vuoi solo avere informazioni ulteriori in merito chiama pure…

Dott.ssa Margherita Di Maio, psicologa ad approccio umanistico e bioenergetico.

Per info 331 7669068

Dott.ssa Anna Romano, psicologa-psicoterapeuta dell’età evolutiva. Per info 349 6538043