Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Green Bonus. Il bonus pensato per incentivare il verde privato in città

Primo appuntamento con "Architettura e Natura". Amore e rispetto, nella forma e nella funzione dell’abitare in una rubrica.

Mi chiamo Emanuel Acciarito, mi sono laureato in architettura, all’Università di Roma “La Sapienza”, svolgo la mia attività creativa, in varie forme di espressione, con medesima intensità.

Sono un attento ed interessato osservatore di tutte le tematiche riguardanti lo sviluppo eco-sostenibile ed efficiente della “Smart City” futura, lavoro costantemente nella chiara direzione di rispetto, tutela e valorizzazione dell’ambiente, del patrimonio storico, artistico e antropologico dei territori.

Attualmente pratico la libera professione nell’ambito dello studio di architettura “Atelier Creativo Acciarito”, che ho fondato con mio fratello architetto Alessio Acciarito.

Con questo articolo, inizia per me una nuova avventura editoriale, ed è un grande piacere, condividerla con tutti voi lettori di Agorà Informa. Amo l’architettura, e rispetto la natura, e in quanto tale, sarà mia missione, trasmettervi l’amore per l’architettura e il rispetto per l’ambiente, con gli articoli che scriverò ogni quindici giorni, nella mia rubrica “Architettura e Natura”.

Prima di introdurvi il tema del mio primo articolo, permettetemi di ringraziare il Direttore Responsabile Nancy De Maio, per la stima e la fiducia dimostratami, ospitandomi su Agorà Informa, con questa rubrica.

Con la speranza, che possiate apprezzare i miei contributi, auguro a tutti, buona lettura e resto a vostra disposizione per informazioni, chiarimenti, approfondimenti o suggerimenti.

Green Bonus. Il bonus pensato per incentivare il verde privato in città.

Finalmente, con l’anno nuovo, arriva anche il bonus pensato per il rinverdimento delle città. Green Bonus, è il nome di questo incentivo, che, presentato con la nuova legge di Bilancio dal Governo, ha come compito quello di sostenere il privato nella messa in dimora del verde in case e condomini.

In cosa consiste questo bonus? Permette di detrarre dall’imposta del reddito delle persone fisiche il 36 per cento, di tutte le spese sostenute nell’anno 2018 per la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. Per tutto ciò, ci vorranno 43,2 milioni l’anno per sostenerlo, ma si stima che nel solo 2018 potrà produrre, un incremento di gettito di oltre 54 milioni di euro.

Diversi sono i benefici che possono derivare da questo bonus, soprattutto sul piano ecologico, e questi sono: miglioramento del comfort termico; riduzione dei consumi energetici degli edifici; incremento della qualità dell’aria; riduzione dell’effetto “isola di calore” che le città producono.

In sostanza si tratta di un nuovo strumento per incentivare una azione globale che ha come intento quella di migliorare la qualità della vita dell’uomo e dell’ambiente in città. Parigi, per esempio, è la capitale europea che in questo ambito sta facendo scuola, con la trasformazione di gran parte dei tetti e terrazze della città, da superfici impermeabili, in nuove oasi verdi, in quota.

Ma il rinverdimento è un obiettivo ben delineato, in cui l’improvvisazione e l’auto organizzazione sono formule che la politica deve incanalare in una serie di regolamenti per poterlo raggiungere nel migliore dei modi. Questo bonus è un buon punto di partenza, e una grande occasione, per tutti i privati che credono vivamente nell’azione proposta dalla formula dell’agricivismo urbano.

Attualmente esiste un tetto di spesa di 5mila euro. Questo significa che per ogni unità immobiliare, che deve risultare essere ad uso abitativo, si può prevedere una somma che non superi questa soglia. Le spese devono essere documentate e sostenute da chi possiede o detiene l’unità immobiliare.

Nel caso di interventi sulle parti comuni esterne dei condomini, la detrazione spetta fino ad un importo massimo di 5mila euro per appartamento. Nei limiti dei 5mila euro, devono intendersi ricomprese anche le connesse spese di progettazione e di manutenzione. La detrazione spetta al singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile, “a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi”.

Sia che si tratti di interventi realizzati sulle pertinenze di un appartamento che di rinverdimento di parti comuni di edifici condominiali, i pagamenti devono essere effettuati con strumenti che ne garantiscano la tracciabilità. Inoltre, la detrazione va ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

Alcune idee interessanti ammesse dal Green Bonus, sono: trasformare il proprio terrazzo in un’area verde, riempiendolo con piante e fiori in vaso; realizzare un giardino pensile o una copertura verde; creare uno spazio dove coltivare frutta e verdura; migliorare l’impianto di irrigazione per sprecare meno acqua; sfruttare il terrazzo in tutta la sua estensione realizzando un orto in verticale.

Green Bonus è l’incentivo fiscale per la cura del verde in città, ma non dimentichiamoci che esistono altri bonus che meritano altrettanta attenzione, che vale la pena conoscere, per la sistemazione di case e condomini; Questi sono: bonus del 50 per cento per le ristrutturazioni edilizie; l’incentivo per l’acquisto di mobili; l’eco bonus del 65 per cento per interventi di efficientamento energetico; il sisma bonus; ed infine il 50 per cento della detrazione per la sostituzione di infissi e per l’acquisto di schermature solari.

 

 

Biografia – Emanuel Acciarito

 

Mi sono laureato in architettura, all’università di Roma “La Sapienza”, svolgo la mia attività creativa, in varie forme di espressione, con medesima intensità.

Sono un attento ed interessato osservatore di tutte le tematiche riguardanti lo sviluppo eco-sostenibile ed efficiente della “Smart City” futura, lavoro costantemente nella chiara direzione di rispetto, tutela e valorizzazione dell’ambiente, del patrimonio storico, artistico e antropologico dei territori.

 

Attualmente pratico la libera professione nell’ambito dello studio di architettura “Atelier Creativo Acciarito”, che ho fondato con mio fratello architetto Alessio Acciarito.

 

Contatti

 

Arch. Emanuel Acciarito – Atelier Creativo Acciarito

Studio di architettura, interior-design e visual art

www.acciarito.com – emanuelacciarito@tiscali.it

+39 3477719697