Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Susanna Barba aderisce al Pd e forma il gruppo consiliare

Una scelta destinata a far sentire il suo peso in Consiglio comunale a Meta. Il consigliere Susanna Barba ha meditato con calma l’ingresso nel Partito democratico, ha avuto modo di apprezzare la condotta del segretario Paolo Trapani e poi ha deciso. La sua adesione al Pd non poteva non avere conseguenze. Infatti, la Barba ha costituito anche il gruppo consiliare nell’assise cittadina. Sul suo blog le ragioni che la hanno spinta ad assumere una posizione che la vede ancora una volta protagonista di primo piano nella politica cittadina. Di seguito, le motivazioni che ha illustrato a concittadini ed elettori dal suo sito.
“Perché ho aderito al Partito Democratico ed ho costituito il Gruppo Consiliare? Dopo la comunicazione ufficiale fatta al Presidente del Consiglio, alla Segretaria Comunale e al Sindaco posso spiegare le ragioni di questa decisione che, mi auguro, serva a favorire un cambio di passo nell’Amministrazione cittadina come del resto è stato auspicato dal Sindaco Tito nel momento in cui ha revocato la Giunta ed avviato un confronto col PD rappresentato dal dott. Paolo Trapani. Ho apprezzato, non da oggi, la condotta politica del Segretario del PD Paolo Trapani (che peraltro già conoscevo per aver collaborato con la sua amministrazione quale componente dell’OIV) che sta perseguendo con determinazione l’obiettivo di restituire un’identità e un ruolo a livello locale al Partito che, ricordiamolo, è il primo partito della nostra Regione Campania e governa il Paese. Insomma stiamo parlando di una forza politica che anche nella nostra piccola cittadina ha una storia che va rispettata e soprattutto rappresentata e rivalutata anche attraverso l’apporto di idee e di persone nuove. L’impostazione che Trapani ha dato al confronto politico aperto con il Sindaco mi è subito apparsa trasparente perché diretta a definire presenze ancor prima dei ruoli: la costituzione di un gruppo consiliare del PD va perciò sicuramente nella direzione di voler dare sostanza, oltre che visibilità, all’azione politico-amministrativa di quest’area politica. La difficoltà di altri Consiglieri, quantunque iscritti al PD, a dar vita al Gruppo è a mio avviso l’espressione di un disagio a vivere l’esperienza amministrativa in una dimensione politica. Il reiterato e pubblico invito del dottor Trapani meritava di essere raccolto e concretizzato. In questo senso ho apprezzato anche l’apertura con cui il PD di Meta si sta muovendo proprio per rafforzare il proprio raggio d’azione e prepararsi a vivere da protagonista appuntamenti significativi sia nell’ambito del partito sia in quello elettorale. Quest’impostazione mi è piaciuta e perciò mi è sembrato giusto raccogliere la sollecitazione di Trapani come l’inizio di una nuova stagione politica in grado di incidere positivamente anche sulla nostra Amministrazione.
Chiariamo un’altra cosa: la mia scelta di aderire al PD e di costituirne il Gruppo in Consiglio comunale rappresenta una novità condivisa e che prescinde da quello che sarà il ruolo del PD nell’amministrazione: partecipazione diretta e attiva oppure opposizione. La proposta compete al Partito, la sua concretizzazione o meno invece al Sindaco sulla base di quello che il PD gli prospetterà nei prossimi giorni. La mia esperienza, prima di giunta e poi di opposizione, mi ha permesso di avere un quadro piuttosto chiaro di quello che, a mio avviso, serve oggi a Meta per poter parlare di novità amministrativa e per intraprendere un percorso che sia realmente finalizzato a conseguire il buon governo del nostro Comune. La politica diventa così un valore aggiunto per l’esercizio amministrativo qualificato, trasparente e costruttivo e il mio impegno col PD sarà diretto ad affermare il rispetto di questi principi e di questi valori nell’interesse esclusivo della nostra bella Cittadina”.