Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

La Città e il Premio, al via il 30 settembre

Soddisfazione per i risultati finora raggiunti nella promozione culturale esprime l’Assessore all’identità del Comune di Piano di Sorrento Carmela Cilento che presenta il cartellone del Premio Penisola Sorrentina.

Assessore quest’anno il Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”® presenta una nuova veste…

Sì la manifestazione culturale fiore all’occhiello per Piano di Sorrento ha subito nel corso di questi anni una evoluzione, calibrando meglio un aspetto di cui spesso gli eventi e i premi di rilievo nazionale sono privi ossia quel rapporto con la comunità locale, il territorio, le sue tradizioni culturali. Il nuovo look del Premio lo si nota già dal titolo che ho condiviso con il patron Mario Esposito per il progetto presentato alla Regione Campania e finanziato tra gli “eventi di rilevanza nazionale ed internazionale” ovvero “La Città e il Premio Penisola Sorrentina®”, proprio ad indicare ed evidenziare questa centralità della Città, intesa anzitutto come Piano di Sorrento ma non solo. La Città esprime un sentimento, un luogo anche culturale. Il topos della cittadinanza peninsulare.

Ecco perché allora la sinergia attivata nel cartellone per la festa di San Michele dove attesissimo è il concerto di Roberto Vecchioni. Esattamente.

La Festa di San Michele sarà organizzata autonomamente in più giorni concludendosi il 30 settembre con la sezione speciale “Music Award” che inaugurerà invece il Premio. Un concerto dello straordinario Roberto Vecchioni in Piazza Cota, intellettuale e cantautore tra i più apprezzati sulla scena nazionale della musica. Ho ritenuto di puntare ad una strategia di marketing tesa a valorizzare quello che per i carottesi è l’appuntamento forse più importante, ovvero la festa del Santo Patrono, perché ritengo sia un’opportunità di destagionalizzare e prolungare l’offerta turistico-culturale di Piano di Sorrento. Tutto ciò in un’ideale continuità con i successi finora ottenuti dall’Assessorato che dirigo, grazie ad un lavoro sinergico con il Settore Cultura, guidato da Giacomo Giuliano: mi riferisco in particolare all’ “Estate blu” e ai riconoscimenti della Bandiera Blu e di Piano di Sorrento “Città che legge”.

Un’ altra iniziativa importante della 23esima edizione del Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”® è la sezione “genius loci”. In cosa consiste?

Il premio “genius loci” è un riconoscimento che viene attribuito a un protagonista della Penisola Sorrentina, un ambasciatore della nostra terra. La consegna dello speciale riconoscimento avviene durante la serata-evento di conferimento del Premio, che è in programma il 27 ottobre al Teatro delle Rose.
Ma la novità di quest’anno è il “Tribute to Ermanno Acanfora” sempre al Delle Rose.

In cosa consisterà?

In qualche modo questo “tributo” ad Ermanno Acanfora si intreccia con la storia della nostra Città e del Teatro che la famiglia Acanfora fondò insieme con la famiglia Maresca. Creare una iniziativa che in qualche modo onorasse la memoria di questo personaggio locale, che amava le nostre tradizioni e le fermava su pellicola, era indicato tra obiettivi del nostro programma di governo presentato agli elettori. Ovviamente questo è il primo passo. Il “numero zero”, come si suol dire. L’iniziativa dovrà infatti nel tempo strutturarsi e consolidarsi. Insieme con il Sindaco Vincenzo Iaccarino ed il patron del Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”®, Mario Esposito, abbiamo però inteso dedicare nel cartellone una serata speciale ad Ermanno Acanfora: un piccolissimo ma sincero ed importante tributo che coinvolga i giovani e le scuole del territorio attraverso il cinema. E la sezione giovani del Premio guidato da Mario Esposito, “Young Award”, sarà quindi dedicata ad Acanfora. Vincitore del primo Young Award” è il Progetto Giovani del Rotary Club che ha realizzato un prodotto di promozione cinematografica “Ciao amore ciao”,un corto al quale abbiamo inteso aderire, offrendo un piccolo sostegno. A suggellare questo momento importante ci sarà a Piano di Sorrento un’icona del cinema internazionale come Giancarlo Giannini che si esibirà in uno spettacolo, che sta riscuotendo un grandissimo successo in tutta Italia: “Le parole note”.
Quindi poi ci sarà la serata clou dei Premi il 27 ottobre.

Ma il programma e le sorprese non finiscono qui, vero?

Il 27 ottobre è la data centrale del progetto ovvero la serata di consegna dei riconoscimenti dedicati quest’anno in particolare ai giovani talenti e al rapporto con il patrimonio culturale. Non a caso per l’alto rilievo la manifestazione, capitanata da Mario Esposito, è stata inserita dall’Ufficio Unesco all’interno dell’Anno Europeo del Patrimonio culturale e riconosciuta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri “evento di rilevanza internazionale”. La ciliegina sulla torta sarà a dicembre il concerto di chiusura del Premio 2018 in occasione delle festività natalizie. Siamo convinti di aver costruito una nuova formula del Premio, che possa piacere ed avvicinare molto la Città al prestigio di una rassegna che in ventitré anni ha portato a Piano di Sorrento il meglio della cultura, dello spettacolo e della tv: da Pippo Baudo a Leo Gullotta; dal Premio Oscar Nicola Piovani all’archeologo Valerio Massimo Manfredi; da leader politici come Walter Veltroni e Giovanni Toti ad attori come Lino Guanciale, Luca Barbareschi, Barbara De Rossi e LIno Banfi, solo per ricordarne alcuni.