Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Giovani della Penisola sorrentina premiati dal Rotary Club Sorrento per l’ambiente

Il Rotary Club di Sorrento, nell’ambito del progetto “Il Rotary premia i giovani”, ha voluto rispettare in pieno il famoso motto “Il Rotary crea opportunità”, istituendo lo scorso dicembre il Concorso di idee finalizzato all’assegnazione di premi di studio “Ambiente e Mobilità in Penisola Sorrentina in chiave di sviluppo sostenibile”. Il concorso è stato bandito in occasione dell’anno rotariano dedicato alla sostenibilità ambientale, per assegnare dei premi di studio alla creatività e genialità di giovani della Penisola Sorrentina: studenti degli ultimi due anni di corso delle Scuole Superiori, universitari e liberi professionisti di età non superiore a 35 anni. Il Concorso è stato all’uopo suddiviso in tre sezioni: la prima, riservata agli studenti del 4º e 5º anno degli Istituti di Istruzione Secondaria di Il grado della Penisola Sorrentina, chiedeva la produzione di un elaborato (scritto o grafico o multimediale) sul tema dell’ambiente e del turismo in chiave di sviluppo sostenibile; la seconda, riservata agli studenti universitari di Agraria, Architettura, Ingegneria o Urbanistica della Penisola Sorrentina, si basava sulla formulazione di un’idea di progetto per l’innovazione del sistema della mobilità in Penisola Sorrentina sempre in chiave di sviluppo sostenibile; infine la terza, riservata ai giovani professionisti Agronomi, Architetti, Ingegneri e Urbanisti della Penisola Sorrentina, di età non superiore ai 35 anni alla data del 25 gennaio 2021 (termine ultimo per l’iscrizione al concorso), consisteva nello sviluppo di un’ipotesi di progetto per il sistema di mobilità ln Penisola Sorrentina ancora in chiave di sviluppo sostenibile. L’idea del concorso è nata dalla valutazione dell’opportunità di mettere al centro dell’attenzione dei giovani e della comunità l’argomento della tutela dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile del territorio. Il Rotary Club Sorrento ha tra le sue mission precipue la diffusione tra i giovani della Penisola Sorrentina della cultura ambientale, affinché siano sensibilizzati alla tutela dell’inestimabile patrimonio naturalistico del territorio e all’adozione di un comportamento ecosostenibile. Ciò è oggi quanto mai cruciale data la necessità di individuare strade alternative e innovative per rispondere alla richiesta di rinascita economica e sociale in tempo di pandemia. La sfida in cui si sono cimentati i concorrenti era immaginare delle proposte inedite e delle soluzioni originali all’annoso problema della mobilità nel territorio sorrentino, adeguandole però all’unicità del contesto, di cui va preservata la vivibilità da parte dei cittadini e dei suoi ospiti e la tutela degli elementi naturali e paesaggistici che lo contraddistinguono. Per quanto attiene alla prima sezione, a ciascuna delle istituzioni scolastiche superiori della Penisola sorrentina il Rotary ha chiesto di inviare alla sua Commissione esaminatrice tre elaborati realizzati da studenti o gruppi di studenti, da cui selezionare quello vincente. Il Club ha ritenuto infatti che gli elaborati di diverse istituzioni scolastiche non potessero essere messi in competizione fra loro, visto il diverso indirizzo di studi e la diversa formazione specifica degli allievi. Ad ogni elaborato premiato è stato assegnato un premio di studio pari a € 500 in buoni libro. Per gli studenti universitari vincitori della seconda sezione è stato assegnato un premio pari a € 1.000, per i professionisti vincitori della terza sezione un premio pari a € 2.500. Il progetto, per il suo elevato valore etico e culturale, ha ricevuto il patrocinio morale di ASVIS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile), CNR (Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo), Università degli Studi di Napoli Federico II (Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile ed Ambientale, Dipartimento di Architettura), Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli (Dipartimento di Architettura e Design), Università degli Studi di Salerno (Dipartimento di Ingegneria Civile), Comuni di Vico Equense, Meta, Piano di Sorrento, Sant’Agnello, Sorrento, Massa Lubrense, Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori di Napoli e Provincia, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli, Ordine dei Dottori Agrari e dei Dottori Forestali della Provincia di Napoli, ANIAI (Associazione Nazionale degli Ingegneri ed Architetti Italiani) Sezione Campana. Il progetto ha visto la partecipazione di più di 100 alunni provenienti da quattro Istituti Superiori della Penisola Sorrentina (Liceo Classico P.V. Marone di Meta, Liceo Scientifico G. Salvemini di Sorrento, Istituto Polispecialistico San Paolo di Sorrento, I.P.S.S.E.O.A. F. De Gennaro di Vico Equense), studenti universitari e giovani liberi professionisti. Nel corso di questi mesi, si sono svolti 9 incontri in modalità webinar tra i partecipanti al concorso ed esperti nel settore della mobilità eco-sostenibile. La consegna dei premi di studio è avvenuta nel corso di una solenne cerimonia alla presenza del Presidente del Rotary Club sorrentino, Prof. Alfredo Ciccodicola, del responsabile del progetto, Dott. Paolo De Gennaro, e di grosse autorità (Prof. Arch. Michelangelo Russo, Direttore del Dipartimento di Architettura Università degli Studi di Napoli Federico II, Prof. Ing. Ennio Cascetta, Presidente Metropolitana di Napoli S.p.A., Prof. Arch. Bruno Discepolo, Assessore Regionale all’Urbanistica Regione Campania) presso il giardino di Villa Fiorentino in Sorrento, il 29 giugno 2021. Per la Sezione giovani professionisti sono stati premiati l’Arch. Cristiana Gargiulo, l’Arch. Riccardo Cappiello, l’Ing. Lorenzo Ferraro, l’Arch. Francesca Ciampa. Per la Sezione studenti universitari, premi a: Ludovica Fiodo – Alessandro Alfaro; Adriana Cacace; Angela D’Alessio – Federica Miranda; Antonino Fiorentino. Infine, per la Sezione studenti scuole secondarie, ciascuno dei quattro istituti partecipanti (Salvemini, San Paolo, P. Virgilio Marone, F. De Gennaro) ha ricevuto un meritato premio per i suoi valenti ragazzi. Dal nostro canto, come giornalisti, siamo felici di raccontare e divulgare eventi di questo genere che sottolineano il crescere della sensibilità ambientale delle nuove generazioni, requisito indispensabile per formare cittadini consapevoli e informati, capaci di innescare un cambiamento positivo. Perché non ci siano solo Greta Thunberg e il popolo dei FridaysForFuture a testimoniare l’amore per il Pianeta della Generazione Z.
Carlo Alfaro