Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

La solitaria prima esibizione da Sindaco di Vincenzo Iaccarino in processione (FOTO INTROVABILI)

E’ racchiusa in questo scatto la solitudine del Primo cittadino Vincenzo Iaccarino. Nel suo sguardo perso nel vuoto. Alla sua destra il capogruppo Marilena Alberino. Alla sua sinistra gli assessori più fedeli: Carmela Cilento e Sergio Pontecorvo. Davanti lo stendardo del Municipio. Sorretto come sempre da Ferdinando Cioffi.

Poi più nessuno. Né della maggioranza, né di quella minoranza che spesso gli giunge in soccorso.

“E poi si resta soli” come Drupi agli inizi degli anni ’80. L’artista pavese, però, nella solitudine non cantava, il Sindaco Vincenzo Iaccarino nella solitudine non “selfa”.
Non fa foto, né si mette in posa. Cosicché della presenza dell’Amministrazione in coda alla processione “rossa” di Trinità in rete non vi sono tracce.

Nessuna.

Neppure il suo foto-reporter  personale, l’aspirante portavoce Vincenzo Califano, questa volta lo ha ripreso.

Niente di niente.

Sulla bacheca del Sindaco si trova di tutto, anche la sua performance dell’ultim’ora al Conad. Nulla, però, della partecipazione alla processione con la fascia tricolore.

Eppure era la prima volta da Sindaco. Ci saremmo aspettati books fotografici di ogni sorta.

Invece…

Invece per poter scovare due scatti di questa camminata in solitudine abbiamo dovuto sudare le proverbiali sette camice.

La foto del Sindaco e dei suoi tre fedeli paladini dietro alla “rossa” è un’introvabile.

Come la storica figurina Panini di Pierluigi Pizzaballa.

Alla fine ci è giunto in soccorso l’amico Giuseppe Coppola. Il fotografo dell’impossibile. Gli scatti ce li ha gentilmente offerti lui.

Gli scatti che testimoniano quanto sia distinto e distante Vincenzo Iaccarino dai suoi.

Strano destino.
Un Primo cittadino che in tanti, forse in troppi, hanno dovuto prima subire e poi rassegnarsi quotidianamente a sopportare.

Certo, dopo questo articolo, arriveranno i distinguo. Le giustificazioni più o meno spontanee.

Chi doveva portare Fuffy a fare i bisogni. Chi aiutare la figlia a pettinare Barbie. Chi ancora doveva sminuzzare il cedro per le pastiere. Tutti avevano un motivo più o meno valido per non mostrarsi accanto al Sindaco in processione.

Oltre alle scuse arriveranno anche i selfie. Ad uno ad uno gli assenti dovranno posare vicini vicini  a Iaccarino per poi essere immortalati e lanciati in pasto ai social.

Per la serie non è vero niente.

Sono tutte strumentalizzazioni.

Ce vulimme bbene!

Noi ci crediamo e voi?

j.p.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *